• Tela su tela - Intermediari d'arte

Robinson Marle Tela su tela - Intermediari d'arte

artista Robinson Marle
Robinson Marle

MARLE ‘ROBINSON Sono nato a Pretoria, anche se i miei genitori vivevano nel Transkei in quella fase in un avamposto totalmente desolato. Mio padre era nella vecchia polizia sudafricana ed è stato trasferito lì. Mia madre era un’insegnante, quindi ha iniziato a insegnarmi il prima possibile. È la prima persona che mi ha insegnato la storia dell’arte e ha dato il via alla scintilla. Mio padre era un fotografo professionista in gioventù, quindi un lato creativo e culturale era sempre presente. Fin dall’infanzia ho avuto lezioni private di arte e danza e al liceo sono andato in una delle 5 migliori scuole del mio paese, semi private in modo da poter studiare arte. A quel tempo era molto raro poterlo fare. Era un collegio, molto molto lontano da casa, proprio come Harry Potter. Sono tornato a casa solo nei giorni festivi. Oranje Meisieskool, a Bloemfontein … iniziata da uno dei vecchi generali boeri dopo la guerra anglo boera per lo sviluppo della ragazza afrikaner. Ovviamente ha studiato arte dopo la scuola, in quella che oggi è diventata la Tswani University of Technology. Il mio corso era puro belle arti, specializzandosi in pittura e storia dell’arte rinascimentale. Ho seguito diversi corsi di tecniche di pittura. Insegnamento sala da ballo. Ha lavorato come artista per i militari e ha dipinto dipinti storici per il museo militare di Pretoria e per il museo del castello a Cape Town. Ma sono partito, sono arrivato in Italia dopo che l’apartheid lo ha permesso. Non sono una persona politica, ma ho avuto un momento difficile con l’assetto militare. Sono stato contento di partire … perché erano felici che me ne fossi andato !! In Sud Africa, ho sempre dipinto … paesaggi dello spazio africano, il corpo umano. Venduto in gallerie e privatamente. Sono venuto in Italia come ragazza alla pari, per avere tempo per studiare arte, visitare musei e soprattutto andare a San Carlo perché amo l’opera. Sono stato così fortunato ad avere una famiglia gentile che è stata estremamente buona con me e ha vissuto a pochi passi da San Carlo! Dopo l’esperienza ho iniziato a lavorare per conto mio insegnando inglese, vissuto ad Ischia per 2 anni tanto da poter studiare ceramica, anche in Costiera Amalfitana. Ho venduto le mie ceramiche in un negozio a Ravello, ho svolto lavori privati ​​come insegne di negozi, piani di tavoli, ceramiche per cucine e dipinti murali per bagni a Ischia e Napoli. In Italia tutto il mio lavoro è stato commissionato da privati. Quadri, ceramiche, effetti pittorici. Ho dipinto il negozio Boucheron a Capri. Bed and Breakfast privati, effetti pittura… case, quadri, tovaglie, compleanni e partecipazioni e decorazioni di nozze fatti a mano Tutto ciò che è creativo in breve. Sono arrivato in Italia nel giugno del 1995 e dieci anni dopo mi sono trasferito a Roma. Sono i 10 anni che includevano, Ischia e Amalfi. Nel 2005 mi sono trasferita a Roma, sono diventata guida turistica abilitata del Lazio, con l’idea di poter fare tour e dipingere. Il tour ha preso il sopravvento … quindi sono grato oltre ogni parola per questo tempo che ora devo dedicare alla mia arte. È stato un enorme desiderio e la prima volta in assoluto che ho solo il tempo di dipingere e amare ogni momento. Ho appena venduto lavoro in America, è emozionante pensare che il mio lavoro stia arrivando lì. Perché il corpo umano … forse è per questo che amo l’antica Roma e il Rinascimento. Ritrovare tutte quelle magnifiche statue, di nuovo il corpo umano. Michaelango che dice che il corpo maschile ha le proporzioni perfette. Personalmente amo il corpo umano, maschio o femmina. La forza del maschio contro la morbidezza delle donne Mani..l’importanza delle nostre mani … toccare. Pensa ora a questo virus … all’assenza di poter toccare. Quanto è terribile, triste e spaventoso, siamo fatti per toccarci, tenerci e prenderci cura l’uno dell’altro. Inoltre mi piace viaggiare, leggere, giocare a scacchi … ballare vecchio stile, guancia a guancia … musica. Impossibile stare senza. Essere nella natura. Ma soprattutto amo dipingere, per nient’altro che l’amore per la pittura, sentendomi tutt’uno con me stesso. … Irrilevante se si tratta di un dipinto buono o cattivo. Non voglio fare dichiarazioni con la mia arte… tutto quello che voglio che sia è un’espressione della mia gioia e gratitudine nel poter dipingere. La mia gioia più grande sarebbe se il mio lavoro avesse un significato per qualcun altro, se potesse parlare a loro … per qualunque cosa significhi per loro